bannerVIT2

martedì 15 aprile 2014

Daniele Seccarecci, il piccolo gigante.

Parto dalla Sicilia, per una nuova avventura, vedere la mia prima fiera del bodybuilding dal vero...Fino a quel momento avevo solo letto o visto video di queste manifestazioni, ma non c'ero mai stato.

Così insieme ad un gruppo di amici ci mettiamo in viaggio, su un autobus "sgaruppato" per questa nuova esperienza, meta finale: ROMA FIT EXPO - prima edizione.

Arriviamo dopo sole 20 ore di viaggio, in una piccola pensione della capitale, carina, nulla di che, ricarichiamo le pile, prepariamo le macchine fotografiche, sistemiamo la telecamera, domani ci aspetta il primo di 2 giorni alla fiera di Roma!

Sveglia presto, una veloce colazione, prendiamo la metro fino alla Fiera di Roma...il mondo dell'incredibile diventa realtà!

Bodybuilders ovunque, PRO, atlete di fitness in ogni dove, stand enormi e una fiera organizzata con tutti i dettagli al loro posto.

Entro e subito vedo un tizio biondo, in pantaloncini corti e una maglia blu stretta, alto e imponente che si aggira fra gli stand....chi è? Non lo ancora, ma cavolo quant'è grosso! deve essere un PRO americano che non conosco! Eppure è strano, dovrei conoscerlo, seguo da molto la scena del bodybuilding americano...molto più di quella italiana al momento, onestamente. Com'è possibile che non l'abbia mai visto su FLEX...Continuo il mio giro felice di stare nel mondo del bodybuilding nazionale e internazionale e di vedere i miei "miti" proprio lì davanti ai miei occhi...è come se il mondo dei fumetti prendesse vita! ci sono Piero Nocerino, Franco Malè, Orazio Salvatori, Alessandra Tantari, Amy Fadhli, Timea Mojorova, Ernie Taylor, Jay Cutler!!!...e poi c'è sempre sto ragazzone biondo che gira per gli stand....ma chi è?!?!?!...Fra una foto e l'altra scopro che parla italiano...Com'è possibile che ci sia un italiano così e  non lo conosco....E si, io non lo conoscevo davvero, non sapevo nemmeno il suo nome, ma  è grosso. Unico negli stand a non sfigurare con gli altri PRO Americani....Il suo nome è Daniele Seccarecci.
Mi avvicino a lui e gli chiedo una foto, lui si stava allenando o forse provando una macchina nuova per il petto, presente in fiera...Non esita un attimo, mi sorride e mi dice:" ma certo!" ci facciamo la foto e poi riesce a sorprendermi...Si perché fa una cosa banale forse, ma che fino a quel momento avevo visto fare solo agli americani, mi ringrazia. Mi ringrazia per essermi fatto la foto con lui..ora voi penserete cosa c'è di particolare? Beh, non è un comportamento che ho riscontrato in altri italiani, molto più piccoli fisicamente o meno "famosi" con cui precedentemente mi ero fatto le foto in quei giorni.



Ma Daniele era diverso, aveva lo stile del PRO americano, sapeva come comportarsi con i suoi fan, come muoversi fra i PRO e come sentirsi uno di loro, perché era uno di loro, parlava con gli altri PRO in inglese, si faceva conoscere, rideva con loro.
E quando, allo stand di Nocerino, si presentda davanti all' astro nascente del Bodybuilding PRO di quel tempo, Chris Cook, per farsi dire cosa ne pensasse di lui...bè il PRO ringrazia di non averlo mai trovato sul palco con lui o non sarebbe riuscito a vincere la sua PRO card!
Daniele ha quella marcia in più che serve per far bene al livello internazionale!
Aveva capito che la comunicazione è tutto e che saper comunicare per un culturista è una marcia in più, marcia che non tutti hanno perché non si può simulare una cosa che non hai dentro. Da quel momento Seccarecci è diventato uno degli atleti italiani da seguire, da conoscere e capire il suo percorso nel mondo del bodybuilding per quello che mi riguardava.  Un semplice gesto che mi ha fatto capire che questo ragazzone non era come gli altri, lui era diverso.
Era un gigante, Daniele rispetto a me era un gigante in tanti sensi, se non erro lì aveva solo 23 anni, ma pesava già 120 kg di muscoli! Era alto, molto più alto di me, io sono solo 160 cm, braccia enormi e gambe teutoniche, era la personificazione dei giganti delle favole, se volete...Eppure era piccolo, già era solo un ragazzo, con un grande sogno e con tanta volontà e determinazione.
Due elementi che lo contraddistinguevano, che lo hanno portato sulla copertina di IRONMAN AMERICA, sui palchi di molte gare PRO e molte volte sulle riviste italiane come SPORTMAN o CULTURA FISICA. Dove pochi altri sono riusciti a stare e dove nessuno è mai arrivato, come nel caso della rivista americana.
Agli Americani piaceva Daniele, lo so bene, ho intervistato innumerevoli culturisti stranieri e alla domanda se conosco un bodybuilder italiano: fanno il suo nome!
Daniele piaceva perché come ho già detto, aveva capito come rapportarsi con tutti, e lui era riuscito ad inserirsi con la testa dentro il circuito americano. Parlava, si faceva ascoltare e aveva una testa che gli dava quella marcia in più, esule dallo stereotipo tutto muscoli e niente cervello, non parlava H24 di culturismo ma riuscivi a parlarci pure di altro, di tanto altro.

Continuo a seguire Daniele dopo quell'incontro, fra le riviste italiane e il web.
Daniele è una persona che non ha mai avuto paura di dire quello che pensava, una cosa che apprezzo molto in una persona, non una di quelli che ti fanno la bella faccia davanti e poi dopo pochi secondi dicono che sei una merda con la prima persona che incontrano perché mossi da invidia o da complessi di inferiorità o semplice principesse isteriche. Daniele era una persona diretta, anche se molti lo criticavano e molto spesso lo facevano nel modo del tutto gratuito, lui non ha mai perso tempo con queste persone ma ha dato risposte con i fatti. Lui stava sui palchi delle gare PRO, gli altri, i criticoni, sul palco delle balere.

Così ho cominciato a parlare con Daniele, prima via forum e poi via telefono, ci sentivamo di tanto in tanto, molto più spesso onestamente via facebook, è sempre stato una persona cordiale ed educata. Voleva pure che lo andassi a trovare per allenarmi con lui e parlare di un eventuale lavoro insieme, si era offerto di pagarmi tutto lui, non voleva che spendevo nulla, se è un rapporto di lavoro voglio che sia chiaro che le spese te le pago io, mi diceva.

Si è sempre preoccupato di ringraziare per ogni cosa che gli suggerivo o che decidevamo di fare, dal postare una foto ad un link con un suo video di gara. Quando ci vedevamo dal vivo è sempre stato gentile con me e mi ha sempre incoraggiato a fare del mio meglio in palestra, mi diceva sempre :"...Vittò, devi mangiare altrimenti non cresci come me!"...."Magari!!!" gli rispondevo sempre, ci siamo poi visti varie volte in questi anni, fino all'ultimo 2 Torri  2012 dove stava in coppia con una mia cara amica, la bella Daniela D'emilia. Anche lì Daniele ha trovato il tempo fra i tanti fan e di un servizio fotografico, di parlare un po' di quello che stava succedendo nella sua vita, era felice stava bene e mi ha detto :"...non te ne andare senza salutarmi, o mi offendo!", per mia fortuna ho avuto modo di salutarlo prima di tornare in Sicilia.






13/07/2013
Daniele Seccarecci:  Grazie Vic per le foto che metti sulla tua pagina...ma quannu minchia na facemo sta cena insieme?


Non c'è stata occasione. Purtroppo a Settembre, dopo il Nordic PRO, gara in cui Daniele ha ottenuto forse il suo più alto riconoscimento alla sua carriera classificandosi 6° fra i PRO IFBB, posto di cui era molto orgoglioso e felice. Ho ricevuto una telefonata un mattino, una brutta telefonata, che mi ha lasciato senza parole.

Daniele ci ha lasciato, è crollato come un castello di cristallo, perfetto nella sua forma, unico nel suo genere. Lasciandoci tutti senza parole...ho pianto per Daniele non mi vergogno a dirlo, la sua dipartita mi ha lasciato spiazzato, su ali  d'argento il guerriero ha trovato il suo tempo in questa vita, facendoci vedere che la vita va vissuta come meglio la vogliamo realizzando i nostri desideri perché ogni giorno può tutto scomparire all'improvviso.



Lasciando solo nelle persone che ci hanno conosciuto il ricordo di noi, e se nella vita abbiamo lavorato bene, quel ricordo rimarrà per sempre, unico, in maniera indelebile e duraturo dentro di noi.

Ricordo che Daniele ha lasciato in me. Di una persona con un carattere forte e dominante, una persona che non ha mai avuto problemi a dire ciò che pensava e a far valere i suoi concetti, di una persona che ha vissuto la sua vita come voleva, fregandosene di cosa gli diceva dietro la gente: "Quando la stella brilla l'invidia strilla"  - diceva. Ne ha passate diverse Daniele e si è dovuto anche sopportare lo "sport" che più va in voga in Italia, il pettegolezzo e le cattiverie gratuite.



Quest'anno tornare al 2Torri è stato un po' strano, ho rivisto il posto in cui ci siamo salutati per l'ultima volta, alla prossima ci siamo detti, ho ritrovato solo Daniela lì, e per un momento le stavo chiedendo dove fosse Daniele. Un attimo di angoscia mi ha pervaso, sapendo che lui non era più lì con noi, anche solo per un saluto veloce.

Daniele ha sempre lavorato a testa bassa per il suo sogno.  Sogno che spesso rincorriamo tutti noi che seguiamo questo stile di vita, essere al 100%, vincere la battaglia con noi stessi per essere al top.

Ciao, piccolo gigante, un tuo fan, Vittorio.

domenica 13 aprile 2014

ORLANDO PRO 2014 - FINAL RESULTS




- FINALS RESULTS -

\IFBB PRO MEN/

1. JUSTIN COMPTON
2. JONATHAN DELAROSA
3. FRED SMALLS
4. DANIEL TOTH
5. EDDY WILSON 

 
 
1st.  JUSTIN COMPTON  
1st.  JUSTIN COMPTON
2. JONATHAN DELAROSA

3. FRED SMALLS
4. DANIEL TOTH
5. EDDY WILSON


\IFBB PRO MEN'S PHYSIQUE/

1. JASON POSTON
2. MICHAEL ANDERSON
3. MICHAEL FERGUSON


1. JASON POSTON


\IFBB PRO WOMEN'S PHYSIQUE/

1. FRANCES MENDEZ
2. JOELE SMITH
3. LEONIE ROSE

1. FRANCES MENDEZ


\IFBB PRO BIKINI/

1. SARAH LEBLANC
2. LACEY DELUCA
3. JESSICA AREVALO

1. SARAH LEBLANC

martedì 8 aprile 2014

Intervista a Cristina Romano Atleta IFBB Italia

Q: Ciao Cristina, grazie mille per essere qui con noi oggi, è un vero piacere per noi, come e quando hai iniziato con il body building? E perché?

R: Ciao , grazie a te Vittorio per l'invito. Il mio incontro con il bodybuilding è nato dal bisogno di superare delle difficoltà. In realtà questa scelta sarebbe diventata decisiva: una vera e propria svolta nella mia vita . Non avrei mai immaginato che quell'incontro sarebbe stato fondamentale

Q: Qual'è stato, fino ad oggi, il momento più importante della tua carriera agonistica?

R: non uno in particolare quanto un susseguirsi di traguardi che vedevo lontani, irraggiungibili e che oggi fanno parte del mio bagaglio di atleta.

Q: Come ti sei avvicinata a questo sport e da quanti anni lo pratichi?

R:Ho sentito la voglia dentro me di dare una svolta positiva alla mia vita , ai miei pensieri...volermi bene ,così ho deciso di andare in palestra . Adesso e' da 9 anni che esercito questa disciplina

Q: Perchè hai scelto il culturismo?

R: Perché volevo costruirmi una forza interiore ed esteriore, una sorta di barriera, di schermo protettivo. Perché volevo mettermi alla prova...sfidare me stessa a crescere e fare bene.


Q: Parliamo un po' del tuo allenamento, come ti allenavi prima e come ti alleni oggi invece?

R:Il mio allenamento oggi è senz'altro più consapevole, più intenso. È cresciuto come sono cresciuta io come persona e atleta. Ho imparato a conoscermi ,a sentirmi, a sfruttare ogni singola ripetizione comunicandole il dolore, il sacrificio e la dolce fatica del corpo

Q: Abbiamo già avuto modo di leggere un tuo breve articolo su come interpreti l'alimentazione proprio su questo blog, ma come si alimenta in una giornata tipo una donna che fa questo sport al tuo livello?

R: Si alimenta seguendo un piano alimentare concordato con il trainer, tenendo conto di tutte le esigenze e necessità, fissando obiettivi da raggiungere. Nel mio caso un piano alimentare ricco di proteine , con moderati carboidrati e i giusti grassi salutari


Q: Consiglieresti ad una donna comune, che non ha idea di cosa sia il culturismo, di praticarlo e perchè?

R: Si lo consiglierei, ma suggerirei a chiunque di intraprendere un percorso se lo si sente davvero.

Q: Hai gare in programma al momento?

R:Si preparo gli europei in maggio e i mondiali in ottobre.

Q: C'è qualcosa che ti ha particolarmente colpito delle tue innumerevoli gare all'estero che non riscontri in Italia?

R:L'aria che si respira, l'affascinante e costruttivo incontro tra diverse culture che si confrontano...tutto questo mi ha arricchita molto

Q. Sempre parlando delle tue vari competizioni in giro per il mondo, qual'è il tuo ricordo più bello di una di queste?

R: Ad ogni gara è legato uno splendido ricordo. Anche le delusioni di alcuni momenti si trasformano poi in meravigliosi aspetti del saper capire e accettare, crescere e andare avanti. Con dignità e consapevolezza di noi stessi. Comunque si ho molti ricordi belli, uno in particolare è legato a questo Arnold in America

Q: Come vivi il bodybuilding al di fuori del contesto agonistico?

R: È la mia vita ,fa parte di me. Sempre, ogni giorno. L'agonismo e il palco sono solo la conclusione di un percorso vissuto ogni giorno, fatto di momenti, istanti, sacrifici, voluti ardentemente. Desiderati

Q: Cosa proponi affinché le donne si avvicino con meno diffidenza a questo sport?

R: Semplicemente di guardare a questo sport senza pregiudizi ne' luoghi comuni. Ma di imparare dal bodybuilding che ha molto da insegnare.

Q: Sogno nel cassetto?

R: Si uno, grande, che ha a che fare con il bodybuilding e non solo ...ma resta un segreto!


Q: Prima che finiamo quest'intervista, vuoi ringraziare qualcuno o levarti un sassolino dalla scarpa?

R:Ringrazio tutti coloro che sono sempre pronti a regalare un sorriso.

Q: C'è un messaggio che vorresti rivolgere a tutte le donne che si avvicinano a questa disciplina, che si allenano o per la prima volta vorrebbero magari calcare un palco?

R: Credo che non esista altro fine che non sia vivere intensamente, con pienezza e totalità tali da rendere ogni attimo , ogni esperienza , compreso il bodybuilding, una vera e propria celebrazione.
Caro Vittorio desidererei concludere la nostra conversazione con una frase di Osho che mi sta particolarmente a cuore :"Non preoccuparti di ciò che fai - si devono fare un'infinità di cose - fa' qualsiasi cosa creativamente , con devozione; in questo modo, il tuo lavoro diventerà adorazione. Qualsiasi cosa farai sarà una preghiera e ogni tuo gesto sarà un'offerta sull'altare dell'esistenza".


martedì 1 aprile 2014

Intervista a Willy Maitner - NABBA competitor

Q: Thanks to be here mr Maiter! Give us some background information about you, please!

Thanks its a pleasure for me! Well im 28 now i was born in russia, i'm married and have 2 kids. 4 and 8 years old... Thats quit not easy to get everything under one hat. Now i'm working as a professional personal trainer and nutritionist. And prepare guys for competitions also.

Q: Tell us a little history of your succes during your bodybuilding and when you started lifting and why?

Oh, let me see, it was a long journey, i never had this monster genetics like guys who just look at the weights and start growing. I'm working out now for 14 years and 4years i compete in contests - so real serious bodybuilding. Till this time i had to manage everything like job, family and so on to focus 100% on bodybuilding. I started as a small guy with 80kg, now my offseason weight is about 140kg

Q: Why did you get involved in bodybuilding show and begin to compete?

Well i was always fascinated about this lifestyle,if you do your best you get the best possible results, you can cheat everybody, but not yourself. You cant cheat a 100% affort... One day i thought, ok, you love this sport, you put your hard and soul in it... So lets try a competition.

Q; Do you know some italian's bodybuilder? 

Sad story but Daniele Seccarecci, and a few others, special from NABBA Worlds 2013 last year,... But please dont ask me how to spell it :)) 

Q: Who is your myth, who inspires you as bodybuilder?

Oh there are several bodybuilders who influenced me, one of my favorites was lee hany, dorian yates for his extreme working moral and discipline. At the moment Cedric McMilan is one of my favs and kai for his personality and focus.


Q: Do you do cardio?

Yes also in the offseason for the cardiovascular system. I think thats one of the most things bodybuilders neglect.

Q: What workout routine has worked best for you?

I have a 5 days workout split. But i change it sometimes so my body can not get used to the same impact.


Q: You have a huge frame, but full of muscles, it has been difficult to fill your frame look really big?

Oh yes the bigger u are the more difficult it gets to fill your frame, e the legs and the arms.... Its a lot of hard hard work, but i am just at the beginning.

Q: How did it feel going from being one of the little kids to making the transformation into becoming one of the biggest bodybuilders that most people will ever meet in their life times?

Thats a good question. Well i for myself do not recognize it, for me i am a normal person with just a little bigger muscles like others haha :)) i am also a dad of 2 kids who is doing the same things like all other people. I do not see me different, and i think this is also one thing my friends appreciate

Q: Could you outline your basic daily diet?

Well i do not count calories, my opinion is you can get fat with 5000kcal and you can also get rippeded. The most important thing is WHEN and WHAT do i eat to provide my body all the necessery nutrients.

Q: What are your favorite pre and post workout meals?

Well i keep my nutrition almost the whole year clean. My preworkout meal is mostly 1,5 hours before workout rice, chicken and a little bit of fruits. Postworkout i love pasta or sweet potatos with beef and some juice.

Q: Where do you live,?

Meanwhile i live in the heart of europe in Vienna/Austria

Q: Why do you love Bodybuilding?

Because its not a sport, its a lifestyle combining diziplin, hard work, honesty and the affort to do your best and get a better person. You most learn what is important in life and what not. 

Q: mr Maiter, what is your advice for the younger bodybuilder who looks up to you?

Dont let ever tell you what you are or what you can or not. Its all up to you. Be consistently be disciplinated and do your best. Not for others, just for you.

Q: Which comp do you still prepare?

The highlight will be the nabba worlds in belfast and e few other competitions. I would be happy if other people would follow my preparation on facebook.com/willymaitner

Q: What are your weak points, what you do and how do you improve it?

My weak points are my calfs and forarms like most tall bodybuilders. Also my arms looks smaller because of my bigger shoulders. I try to addapt always my workout to improve them.

Q: A lot of our readers question us about meal frequency. Is there any specific research you can refer them to in regards to the number of meals on a diet?

For me the optimum of meals are 7 a day in my contest-preparation. This works best for me. It keeps the metabolism high, and protects the muscle from catabolism.


Q: what are the funniest or stange, maybe, responses people give you when they see someone as huge and shredded like you walk down the streets?

Haha, well if i have no future in bodybuilding i will write a book about this.
Some people appriciate it and are positive impressed, but most are confused and do not know how to react. It also depands on the country, in some countrys people like it in others not that much.

Q: What are your future goals?

The next target is to win the NABBA Worlds 2014!

Q: How do you see yourself in ten years?

In ten years,... well i would like to support young bodybuilders to achieve their goals and promote bodybuilding not as a subculture but as a healthy and positive way of life which influence are your live in a positive way.

Q: What newbie mistakes did you make when you first started training?

Oh i think i did everything wrong what a newbie can do . Use the most heavy weight, no matter how and eat the most you can, no matter what :DD 

Q:What makes Maiter different from everyone else to became a real elite PRO?

Well lets wait what the future will bring, for me is the most important thing to be the best possible person and encourage people to live the bb lifestyle

Q: when you tray to take your IFBB pro card?

Well if you are competing at NABBA, thats a question which is too political to answer,.....

Q: Any last advice for beginners or anyone looking to get into bodybuidling?

Yes! The most important thing is not to train your body!
Your energy and power is coming only from your mind!
So train your mind - the body will follow

-----------------------------
TRADUZIONE IN ITALIANO
-----------------------------


D: Ciao e grazie di essere qui Willy ! Come prima domanda dacci alcune informazioni di base su di te, per favore ok?

Grazie è un piacere per me Vittorio! Bene, ho 28 anni sono nato in Russia , Sono sposato e ho 2 bambini . 4 e 8 anni ... e a volte non è semplice coadiuvare il tutto. Ora sto lavorando come personal trainer professionista e nutrizionista . E preparo alcuni atleti perle gare.

D: Raccontaci di quando ha iniziato con il bodybuilding e  perché?

Oh , fammi vedere , è stato un lungo viaggio , non sono mai stato questo mostro di genetica come alcuni  ragazzi che basta guardare i pesi e iniziano a crescere . Sto ancora lavorando adesso da 14 anni e da 4 anni che gareggio - così prendendo sul serio il bodybuilding . Fino a questo momento ho dovuto gestire tutto come lavoro , famiglia e così via cercando di concentrarmi al 100 % sul bodybuilding . Ho iniziato come un piccolo ragazzo con 80kg , ora il mio peso offseason è di circa 140kg

D: Perché sei stato coinvolto nel bodybuilding a livello agonistico?

Beh, sono sempre stato affascinato questo stile di vita , se fai del tuo meglio ottieni i migliori risultati possibili , è possibile ingannare tutti, ma te stesso . Non puoi imbrogliare e non dare il 100% ... Un giorno ho pensato , ok , ami questo sport , è ora di metterci tutto te stesso ... Quindi, proviamo a gareggiare.



Q : Conosci qualche bodybuilder  italiano ?


Storia triste ma Daniele Seccarecci sicuramente, e pochi altri , specie  dal mondiale NABBA 2013 dello scorso anno , ... Ma per favore non chiedermi come si scrivono il loro nomi :) )


Q : Chi è il tuo mito , a che ti ispiri come bodybuilder ?

Oh, ci sono molti culturisti che mi hanno influenzato , uno dei miei preferiti era Lee Haney , poi Dorian Yates per la sua estrema disciplina morale e lavorativa. Al momento Cedric McMilan è uno dei miei favoriti e Kai per la sua personalità e il suo modo di stare concentrato sull'obiettivo!

Q: Fai cardio?

Sì anche nell' offseason per il sistema cardiovascolare . Penso che sia una delle cose che i culturisti tendono a non fare per negligenza .

D: Qual'è la routine di allenamento che ti ha dato migliori risultati?

Una divisa su cinque giorni di allenamento. Ma cerco comunque di cambiare a volte così il mio corpo non può abituarsi.

D: Hai una stazza enorme , ma comunque sei pieno di muscoli , è stato difficile per te?

Oh, sì, più grande sei e più difficile diventa riempire l'intera stazza. E le gambe e le braccia non sono mai abbastanza.... c'è un sacco di duro lavoro da fare, ma io sono solo all'inizio .


D: Come ci si sente ad essere uno dei ragazzini più piccoli a trasformarisi in uno dei più grandi bodybuilder che la maggior parte delle persone potrà mai incontrare nei loro vita ?

Quella è una buona domanda . Beh, io non me ne sono accorto, per me, io sono una persona normale con i muscoli un po' più grandi, ma come gli altri haha :) ), io sono anche un papà di due ragazzi e li sto educando e stanno facendo le stesse cose come tutte le altre persone . Non mi vedo diverso , e penso che questo sia anche una cosa che i miei amici apprezzano.

D: Potresti descrivere la tua dieta quotidiana ?

Beh, io non conto  le calorie , la mia opinione è che si può diventare grasso con 5000 kcal e si può anche diventare tirato . La cosa più importante è quando e cosa devo mangiare per fornire al mio corpo tutti i nutrienti di prima necessità, per migliorare .


D: Quali sono il tuo pasto PRE e POST workout preferito?

Beh, io mantengo la mia nutrizione quasi tutto l'anno pulita . Il mio pasto pre-allenamento è per lo più di 1,5 ore prima del WO: riso, pollo e un po 'di frutta . Post-allenamento amo mangiare  pasta o patate dolci con manzo e qualche succo .

D: Dove vivi ?

Io vivo nel cuore dell'Europa a Vienna / Austria.

D: Perché ami il Bodybuilding ?

Perché  non è uno sport , il uno stile di vita che unisce disciplina , duro lavoro , onestà e l'impegno di fare del tuo meglio per essere una persona migliore .E ti insegna cosa è importante nella vita e cosa no.

Q : Willy , qual è il tuo consiglio per i bodybuilder più giovani che ti ammirano?

Non lasciare mai che ti dicano quello che sei o che cosa si può o non si può fare . Sta tutto a voi . Essere costante, essere disciplinato e fare del tuo meglio . Non per gli altri , solo per te .

D: Quale competizione stai prearando ?

Il clou sarà il campionato del mondo NABBA a Belfast ed e pochi altri concorsi. Sarei felice se altre persone vorrebbero seguito la mia preparazione su:  willymaitner FB PAGE

D: Quali sono i tuoi punti deboli , e cosa fai per migliorarli ?

I miei punti deboli sono i miei polpacci e avambracci, come la maggior parte dei bodybuilder alti . Anche il mio braccio sembra più piccolo a causa della mie spalle grandi. Cerco di adatare sempre il mio allenamento per cercare di migliorarli.

D : Molti dei nostri lettori ci domandano spesso  sulla frequenza dei pasti . C'è un programma specifico di ricerca cui è possibile fare riferimento  per quanto riguarda il numero di pasti nella tua dieta ?

Per me il migliore come numero dei pasti sono 7 al giorno nella mio periodo  di preparazione. Questo funziona bene per me . Mantiene il metabolismo alto , e protegge il muscolo dal catabolismo .


D : quali sono i più divertenti o strane magari , risposte che al gente ti danno quando vedono qualcuno  enorme e grosso come te che cammina per le strade ?

Haha , beh se non ho futuro nel bodybuilding io scriverò un libro su questo . Alcune persone apprezzano il mio impegno e sono positivamente impressionate, ma la maggior parte sono confusi e non sanno come reagire . E ' inoltre dipende del paese , in alcuni paesi alle persone piace in altri non più di tanto.

D: Quali sono i tuoi obiettivi futuri ?

Il prossimo obiettivo è quello di vincere i Mondili NABBA 2014!

D: Come ti vedi tra dieci anni?

In dieci anni ... beh vorrei sostenere i giovani culturisti per raggiungere i loro obiettivi e promuovere il bodybuilding non come una subcultura , ma come un modo sano e positivo della vita, che influenza sono il vostro vivere in modo positivo .


D: Quali errori da novizio hai fatto quando hai iniziato l'allenamento?

Oh, penso di aver fatto tutto ciò che di sbagliato che un principiante può fare . Utilizzare il peso più pesante , non importa come e mangiare il più possibile , non importa cosa :D :D

D: Cosa rende Willy Maitner diverso da tutti gli altri per diventare un vero professionista d'elite?

Beh, lasciamo stare cosa porterà il futuro , per me è la cosa più importante è essere il migliore possibile ora, come persona e incoraggiare le persone a vivere lo stile di vita Bodybuilding!

D: quando proverai a prendere il tesserino da professionista IFBB ?

Beh, se sei nelle competizione  NABBA , questo è una domanda che è troppo politico per rispondere ... ;)

D: Ogni ultimo consiglio per i principianti o coloro che cercano di entrare nel bodybuidling ?

Sì ! La cosa più importante non è solo quella di allenare il vostro corpo ! La vostra energia e la potenza viene dalla tua mente ! Quindi allena anche la tua mente, il  corpo eseguirà!

Iron Legacy: Quali sono le vostre priorità?

By Mark Dugdale IFBB PRO


Fin dall'inizio , quando Dio creò Adamo e lo spinse ad "andare a coltivare e soggiogare la terra", abbiamo avuto un assaggio di come gli uomini sono fatti . E ' questa particolare vocazione che li costringe a costruire gli edifici più alti , creare auto da corsa più veloci , creare le aziende più potenti , stabilire nuovi record nello squat , e costruire i muscoli più massicci in sala pesi .

Ora , mi rendo conto che questo non comprende il 100 per cento della popolazione maschile . Alcuni preferiscono continuare a vivere in casa di mamma e papà, giocando Xbox o trovare modi creativi per estendere le loro indennità di disoccupazione . Ma non mi riferisco a quei ragazzi. Sto parlando di uomini, non i ragazzi . Quegli uomini che spesso lottano con un equilibrio , sfruttando ciò che gli ha dato Dio, la loro passione per costruire , creare , e spingere i propri limiti . Quei ragazzi che devono essere guidati o la loro passione, brucerà e distruggerà coloro che li circondano. Ragazzi come me.

Non sono un esperto , ma con la gestione di tre imprese, avendo gareggiato nella IFBB per nove anni , essendo stato sposato con successo da più di sedici anni , e allevando tre figlie ( due delle quali sono adolescenti ), ho imparato alcune cose... anche se, per lo più attraverso tentativi ed errori . Tuttavia, un buon primo passo verso un equilibrio può comprendere una valutazione seria di quanto segue.

-----------------------------------------------------



Quali sono le vostre priorità ?

Un uomo senza priorità è come una nave gettata in mare , vagare senza meta . Le priorità sono l'ancora , o meglio ancora , sono il timone che sta guidando le nostre decisioni future . Scrivi le tue priorità giù , informi il coniuge o con gli amici , o di farli tatuare sul braccio , se necessario. Ciò che più conta è che sono diffusi e facilmente disponibili per ricordare , ancora, e vi guidi . Tendo a seguire troppe cose in una volta , pensando che sarò l'eccezione di burn out . Spesso , io sono l'eccezione, ma altri possono arrivare a terra verso il basso .

Le mie priorità sono le seguenti : Fede > Famiglia > Business> Bodybuilding . Se mescolo questo ordine per un periodo di tempo prolungato, ciò mi porta inevitabilmente ad una rottura. Il Bodybuilding è uno stile di vita che tutto consuma , in particolare in periodo pre-gara . Tuttavia, se la salute della mia  la famiglia , la mia fede o di lavoro subisce danni irreparabili a lungo termine perché metto il bodybuilding al primo posto , allora le mie priorità sono disallineati . Non  sto dicendo come organizzare le vostre priorità , sto solo facendovi notare che la loro definizione è di vitale importanza .

Qual è la Fine del gioco ?

Un calciatore non si allena per vincere una medaglia olimpica nel tennis tavolo ( e viceversa ) . Quindi, è importante definire il vostro finale e poi decodificare la vostra vita per realizzarlo . A volte i ragazzi vengono bloccati nei loro modi e sono troppo concentrati su ciò che richiede la famiglia, invece di dedicare tempo a quelle attività che li possono portare al compimento del loro risultato finale.

Voglio lasciare un'eredità di fede ai miei figli, nipoti e pronipoti . Questo è più importante di un titolo di Mr Olympia per me . Pertanto , ci sono linee che non sono disposto ad attraversare per una vittoria di una gara. Conoscere il proprio finale di gioco aiuta a definire queste linee.

Con chi correte ?

Col tempo , una banda di pazzi potrà corrompere la volontà di un uomo buono e tranquillo . Così vi dico, se non è possibile guardare la somma totale dei tuoi amici e dire: "Se messi insieme , vorrei essere come loro! ", allora è il momento di trovare un nuovo gruppo fra cui scegliere. Questi sono i ragazzi, gli amici abbastanza affidabili per condividere le vostre priorità e il vostro fine ultimo del gioco . Devono essere liberi di poter dire la loro quando le vostre azioni non si allineano con le vostre priorità o con quello che avete scelto come fine ultimo. Sono i ragazzi che dovrebbero essere disposti a ferire il vostro orgoglio , se necessario , al fine di aiutarvi a rimanere in carreggiata.

Ho dato la libertà di parlare della mia vita a un paio di ragazzi. Per me, il primo uomo  è il mio compagno di allenamento, in parte perché lui è l'unico ragazzo con cui spendo una notevole quantità di tempo sia per via degli allenamenti sia nella vita in generale . Ha le mie stesse convinzioni, riguardo alle cose "che contano d'avvero" nella vita: fede, la famiglia, ecc
Scegli bene questi uomini e con saggezza .

A quale autorità ti sottometti?

Una mancanza di sottomissione all'autorità è spesso un problema per gli uomini con un carattere forte . Bè spero che comque rispettiate le elggi del vostro paese... o le sbarre di una prigione penso possa essere nel tuo futuro . Tuttavia, per molti uomini , sottostare allea autorità governativa è l'unica autorità che si riconosce al di fuori della propria. In questo scenario , si diventa la massima autorità nella vostra vita . Quando sei l'unica persona a cui si deve risponde  le persone e le relazioni intorno a voi tendono a soffrirne . Nel mio caso , so che seio mi sentisi l'unica autorità in gioco, sarei propenso a sopraffare le esigenze di mia moglie e dei miei figli nel perseguimento dei miei bisogni .

Personalmente , mi sottometto all'autorità delle sacre scritture . Essa aiuta a tenermi a terra , umile , e sul sentiero che conduce alla vita e alla gioia . Alcuni potrebbero considerare la parola di Dio un peso, ma io considero una benedizione .

Sei felice?

Quanto spesso ridi? La risposta a questa domanda aiuta a rispondere alla domanda se la tua vita è davvero piacevole . Sembra semplice, ma una vita equilibrata tende a favorire gioia , mentre una vita squilibrata è un freno . Persone esauste non ridono molto . Se Dio si è riposato dopo l'aver creato l'universo, e noi siamo fatti a sua immagine e somiglianza , forse una pausa adesso sarebbe un bene per noi . Altamente motivati ​​, uomini disciplinati [ pensano bodybuilder ] sarebbe bene prendere un giorno di riposo ogni tanto .

Quando è stato il tuo ultimo appuntamento?

Questo non si applica necessariamente ai single . Si applica anche ai ragazzi come me con una moglie . Tutti noi abbiamo bisogno di una serata fuori . Amore , romanticismo con tua moglie. Gli uomin molto carichie focalizzati sul loro obiettivo finale troveranno questo difficile, a volte. So che non esco spesso e sto impegnandomi costantemente per il mio gioco e in più dando del tempo per mia moglie. Per fortuna , ho lei dalla mia parte , quindi devo semplicemente ritagliarmi abbastanza tempo nel tutto, e questo è super facile con una donna così accanto.

Una forte amicizia e l'amore della vita con la vostra sposa amplificheranno il tutto come una benedizione per i vostri bambini . Fidati di me , quando mamma e papà sono in armonia , fornisce una montagna di sicurezza per i bambini. Quando la casa-base è una fonte di ristoro , potrete realizzare molto di più sul lavoro. Quindi , se non ti ricordi l'ultima volta che hai preso tua moglie per un'uscita da soli,  c'è del lavoro da fare !

Nel corso del tempo , rispondendo alle domande di cui sopra mi ha aiutato a trovare un equilibrio nella mia vita , la gestione di un'impresa, a gareggiare nel bodybuilding professionistico , e la cura per la mia famiglia . Le risposte possono essere diverse delle mie, ma spero che queste domande almeno richiesto un esame di coscienza , che vi aiuterà a trovare l'equilibrio nella vostra vita .

--------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------


Since the beginning, when God created Adam and directed him to “go cultivate and subdue the earth,” we’ve had a glimpse of how men are wired. It’s this particular calling that compels them to build taller buildings, create faster racecars, grow more powerful companies, set new squat records, and build more massive muscles in the weight room.

Now, I realize that this hard-wiring doesn’t include 100 percent of the male population. Some dudes would rather continue living in mom and dad’s house well into their 30s, playing Xbox or finding creative ways to extend their unemployment benefits. But I’m not referring to those guys. I’m speaking to men, not boys. Those men who often struggle with striking a balance while harnessing their God-given passion to build, create, and push the limits. Those guys whose drive, if not kept in check, will burn out and destroy those around them. Guys like me.

I’m no expert, but with running three businesses, competing in the IFBB for nine years, having been successfully married for more than sixteen years, and raising three daughters (two of which are teens), I’ve gained some insights…although, mostly through trial-and-error. However, a good first step toward striking a balance may include an earnest assessment of the following.

What Are Your Priorities?

A man without priorities is like a ship tossed at sea, being blown aimlessly about. Priorities are the anchor, or better yet, they are the rudder that is guiding future decisions. Write your priorities down, tell your spouse or friends, or get them tattooed on your arm if necessary. What matters most is that they are prevalent and readily available to remind, anchor, and guide you. I tend to pursue too many things at once, thinking that I will be the exception to burn out. Oftentimes, I am the exception, but others can get ground down.

My priorities are as follows: Faith > Family > Business > Bodybuilding. If I mix up this order for an extended period of time, it inevitably leads to a breakdown. Bodybuilding is an all-consuming lifestyle, especially pre-contest. However, if the health of my faith, family, or business suffers long-term irreparable damage because my bodybuilding is occupying the number one spot, then my priorities are misaligned. I’m not telling you how to arrange your priorities; I’m only noting that defining them is vital.

What’s the End Game?

A football player doesn’t train to win an Olympic medal in table tennis (and vice-versa). Thus, it’s important to define your end game and then reverse-engineer your life in order to achieve it. Sometimes guys get stuck in their ways and are too focused on what’s most familiar instead of devoting time to those activities that can lead them to the accomplishment of their end game.

I want to leave a legacy of faith to my children, grandchildren, and great-grandchildren. This is more important than an Olympia title to me. Therefore, there are lines I’m not willing to cross for a contest win. Knowing your end game helps define these lines.

Who Do You Run With?

In time, a band of fools will corrupt a good man. If you can’t look at the sum total of your friends and say, “If combined, I would want to be like them,” then it’s time to find a new pack in which to run. These are the guys trustworthy enough to share your priorities and end game. They need license to speak into your life when your actions don’t align with your stated priorities and end game. They are the guys who should be willing to wound your pride, if necessary, in order to help you stay the course.

I’ve given a few guys license to speak into my life. For me, the first man in line is my training partner, in part because he’s the only guy I spend a significant amount of time with either pushing iron or talking about life. He holds the same convictions as I do concerning the “big deal” things in life—faith, family, etc. Choose these men wisely.

Under What Authority Do You Submit Yourself?

A lack of submission to authority is often a problem for highly driven men. At minimum, I hope you submit yourself to the laws of the land…or prison bars may be in your future. However, for many men, a general submission to governmental authority is where it stops. Under this scenario, you become the highest authority in your life. When you’re the only person you answer to, then the people and relationships around you tend to suffer. In my case, I know that without submitting myself to a higher authority, I would be inclined to steamroll over the needs of my wife and children in pursuit of my wants.

Personally, I submit myself to the authority of scripture. It helps to keep me grounded, humble, and on the path that leads to life and joy. Some may consider God’s word a burden, but I consider it a blessing.

Are You Joyful?

How often do you laugh? The answer to this question helps answer whether your life is truly enjoyable. It sounds simple, but a balanced life tends to foster joy, whereas an imbalanced life is a drag. Exhausted people don’t laugh much. If the God of the universe rested, and we are made in his image and likeness, maybe a break now and then would be good for us. Highly motivated, disciplined men [think bodybuilders] would be well served to take a day off now and then. I’ll let you know when I check this one off my list…it’s probably the most difficult for me.

When’s Date Night?

This doesn’t necessarily apply to singles. It also applies to guys like me with a wife. All of us need date nights. Love, pursue, and romance your wife like you are still single. Hard-charging men who are very goal-oriented will find this difficult at times. I know I fail often and am continually striving to up my game in regards to pursuing Christina. Thankfully, I really enjoy her, so if I simply carve out enough time in my day, this is super easy.

A strong friendship and love of life with your bride will spill over as a blessing to your children. Trust me, when mommy and daddy are in harmony, it provides a mountain of security to children. When home-base is a source of refreshment, you will accomplish much more at work. So, if you don’t remember the last time you took your wife on a date, then there’s work to be done!

Over time, answering the aforementioned questions helped me strike a balance in my life whilst running a business, competing in professional bodybuilding, and caring for my family. Your answers may be different than mine, but I hope these questions at least prompted some soul-searching that will aid you in finding balance in your own life.



from: http://articles.elitefts.com/training-articles/iron-legacy-what-are-your-priorities/

sabato 22 marzo 2014

Intervista a Eduardo Zoega - vincitore Arnold Classic Amatur 2014 - Master class


Q: Hello Mr Zoega, compliments for your recent results at the Arnold Amateurs in Ohio, where are you from? How old are you? Your weight and your age?

R: My name is Eduardo Zoega'm Teresopolis, Rio de Janeiro Brazil, I'm 52 years old (53 in May complete) my weight off is around 87kg max and got on stage with AC Ohio 77kg

Q: Tell us a little history of your succes during your bodybuilding and when you started?

R: I was a simple wall painter and was a quote to paint a gym. I did my job very well and the owner saw my interest in training and I work as memeber of the staff responsible for maintaining it and also train. It was then that I began to gain weight and body volume and a friend who was already training in the same gym and have competed also said I had the potential to compete. I competed my first championship in 1991 rookie of Rio de Janeiro and since then I never stopped.

Q: How you discover the bodybuilding world?

R: Alert from a friend as I mentioned earlier :)

Q: Who is your myth, who inspires you as bodybuilder?

R:...Arnold Schwarzenegger:)

Q: How do you train? Split routine?

One muscle group per week 

1st shoulders

2nd chest

3rd  back

4th shoulders

5th arms

6th legs

At most 45 min workout


Q: What supplements you use?

BCAA, glutamina, cretaina (em off), whey, vit C vit E


Q: What is the bodybuilding, for you?

It's my job, I am treiner and my personal favorite sport, is what I love to do.


Q: What are your future goals?

Getting a sponsorship to participate professional championships



Q: When you compete again?

I want to only next year 2015 and some professional


Q: I see you on anold stage, you look amazing and huge! Great compliments, how did you get this wonderful shape?

With dedication, determination, diet and a strenuous workout routine.


Q: There some message you want to comunicate for our readers for do their best into bodybuilding?

Never let a problem stop you from conquering the dream of you.

Let not judge you without knowing what you went through to get where they are.

Patience + Persistence + determination = result

-----------------------------
TRADUZIONE IN ITALIANO
-----------------------------





D:Salve mr Zoega , complimenti per il suo recente risultati nella classe Master Dilettanti dell'Arnold in Ohio , di dov'è lei? Quanti anni ha ? Il suo peso e la sua età?

R : Il mio nome è Eduardo Zoega'm Teresopolis , Rio de Janeiro in Brasile , ho 52 anni ( 53 a Maggio per essere completo) il mio peso fuori gara è di circa 87kg massimo e  sul palco, come all'Arnold Classic, ero  77kg!

D: Ci Parli un po' di come è entrato nel mondo del bodybuilding e quando ha iniziato ?

R : Ero un semplice imbianchino ed ero stato chiamto per dipingere una palestra . Ho fatto il mio lavoro molto bene e il proprietario visto il mio interesse per l'allenamento e così mi ha dato lavoro come  responsabile per il mantenimento dello stabile e la posisbilità di allenarmi anche . E 'stato allora che ho iniziato a guadagnare peso e volume del corpo e un amico che era già abbastanza allenato e era nella stessa palestra, e che già aveva gareggiato mi ha anche detto che avevo il potenziale per competere . Ho gareggiato al mio primo campionato nel 1991, rookie di Rio de Janeiro e da allora non ho mai smesso:)

D: Come ha scoperto il mondo del bodybuilding ?

R : Grazie ad un amico come ho detto prima :)

Q : Chi è il suo mito , a chi si ispira come bodybuilder ?

R : ... Arnold Schwarzenegger :)

D: La sua Split routine ?

Un gruppo muscolare a settimana

1) Spalle


2) Petto


3) Schina


4) Spalle


5) Braccia


6) Gambe


L'allenamento dura in tutto massimo 45 min.

D: Quali integratori  usa ?

BCAA , glutamina , cretaina ( carico e scarico) , PRO del siero di latte , vit C & vit E.

D: Cos' è il bodybuilding , per lei?

E 'il mio lavoro , io sono allenatore e il mio sport preferito , è quello che amo fare .

D: Quali sono i suoi obiettivi futuri ?

Ottenere una sponsorizzazione per partecipare ai campionati professionistici!



D: Quando gareggerà di nuovo ?

Voglio fare solo il prossimo anno 2015 e alcune competizioni PRO, se riesco.

D: Ti abbiamo visto sul palco dell'Arnold Classic, sembra molto più pesante di 77 kg! Complimenti , come ha ottenuto questa meravigliosa forma?

Con dedizione , determinazione ,  dieta e una routine di allenamento molto faticosa.

D: C'è qualche messaggio che vuoi lasciare ai nostri lettori per dare del loro meglio nel bodybuilding ?

Non lasciare mai che un problema ti impedisce di conquistare il tuo sogno.

Lasciate stare chi giudica senza sapere quello che hai attraversato per arrivare dove sei.

Pazienza +  determinazione = risultato!